detrazioni fiscali 2018 reale infissi serramenti in pvc

Detrazioni fiscali 2018

Come ben noto e ormai in più riprese evidenziato la legge di Bilancio 2018 introduce delle novità in materia di incentivi fiscali. Per i serramentisti la novità maggiore è la riduzione dell’incentivo per risparmio energetico con passaggio dal 65% al 50% per tutte quelle spese sostenute a partire dal 1 gennaio 2018. Va inoltre evidenziata la modifica anche dei nuovi limiti di trasmittanza e non per ultima la rimodulazione degli importi massimi detraibili.

Alla luce di questo quadro normativo ENEA ha aggiornato il proprio sito per la comunicazione degli interventi conclusi nel 2018.
Il nuovo sito ENEA si presenta con una nuova veste grafica ed è stato strutturato con l’obiettivo di garantire una maggiore automazione dei processi di verifica.
Il sito si struttura in una prima sezione anagrafica dove vanno inseriti i dati del futuro fruitore delle detrazioni ed una successiva in cui viene richiesta una descrizione dell’edificio e l’indicazione delle date di inizio e fine lavoro. Se l’intervento è iniziato in un anno precedente al 2018 il sistema lo rileva consentendo, in una fase successiva, di suddividere le spese nei vari anni permettendo così di applicare correttamente le differenti percentuali di incentivo. La fase successiva consiste nella scelta dell’intervento, comma 345 – involucro – e dell’inserimento dei tag relativi alle strutture dell’involucro. Non tutti i tag sono obbligatori (il tasto VERIFICA permetterà di capire quali lo sono e quali no). È obbligatorio, per esempio, riportare i dati relativi all’impianto termico in quanto gli incentivi non sono concessi in assenza di impianto termico (per l’impianto è necessario inserire anche i dati di rendimento e di potenza nominale di ciascun generatore di calore). Il sito ENEA conduce a questo punto all’indicazione dei vari gruppi di serramenti (serramento esistente – serramento sostituito) con l’indicazione delle rispettive trasmittanze. Il sistema calcola automaticamente il risparmio annuo di energia. Il calcolo automatico non avviene invece per i sistemi oscuranti:
– Se i sistemi sono in combinazione con il serramento (tapparelle, ante che oscurano) il calcolo va fatto in termini i risparmio invernale e deve essere presente il rispettivo impianto di riscaldamento
– Se i sistemi invece si riferiscono a sistemi cin tende sporgenti il calcolo va fatto in presenza di impianto di condizionamento, se quest’ultimo non è presente il calcolo può essere nullo.
“Il sistema non provvede al calcolo automatico del risparmio e la determinazione dello stesso richiede l’esecuzione di calcoli anche non banali, che impongono la presenza di un termotecnico” Nuova Finestra, n. 446.
A conclusione della panoramica sul sito ENEA vi riportiamo di seguito una importante puntualizzazione dell’Arch. Grosso dello studio Energea sulla possibilità di accedere alle agevolazioni fiscali per schermature solari e chiusure oscuranti:
E’ ormai assodato che all’interno delle schermature solari siano comprese 2 diverse categorie di prodotti:
1) Chiusure oscuranti (finalizzate all’effetto termico dell’intervento): persiane, avvolgibili e scuri (non è importante il valore Gtot e sono agevolabili tutti gli orientamenti)
2) Schermature solari propriamente dette (finalizzate all’effetto schermante dell’intervento): tende tecniche, le pergole a lamelle orientabili o a telo retraibile (il Gtot deve essere uguale o inferiore a 0.35 e l’orientamento NON deve essere Nord)
L’Arch. Rossi sottolinea:
«Purtroppo a fronte di domande su prodotti specifici quali: tende trasparenti installate a scopo di tenuta termica e/o all’aria, ENEA non prende posizione rimandando alla normativa tecnica esistente:
“Riteniamo che non è nostro compito analizzare le svariate tipologie di strutture che potrebbero definirsi schermature solari o chiusure oscuranti.
Di chiusure oscuranti se ne producono infiniti modelli dei più diversi colori, maglie, tipologie e materiali. La normativa sull’argomento a supporto delle detrazioni fiscali è purtroppo inesistente e l’unica cosa che possiamo consigliarle è verificare nel vademecum presente nel nostro sito di informazione: http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/tecno/schermature_solari.pdf se la sua tipologia rientra tra quelle lì definite.”
Verificate le UNI di riferimento ed il Vademecum ENEA per le detrazioni fiscali, si evince che le tende tecniche (tra le quali anche quelle trasparenti) sono annoverate tra le schermature solari e devono dunque sottostare alle condizioni più limitative. Si prega dunque di fare attenzione all’orientamento ed al valore Gtot prima di assicurarne al cliente la relativa possibilità di agevolazione»